TRAPANO A COLONNA - CONOSCIAMO MEGLIO QUESTO ATTREZZO - CON DINAMITEK

Dinamitek presenta le migliori attrezzature professionali: il trapano a colonna

Trapano a colonna, conosciamo meglio questo attrezzo, con Dinamitek

Iniziamo facendoci una chiara idea della macchina utensile: su una base di appoggio con il piano in ghisa è collocata la colonna che ha in testa la parte penetrante, che consistono nelle parti meccaniche in movimento.

Sul piano in ghisa vengono collocati i pezzi da lavorare. Il movimento è generato da una forza motrice grazie allo spostamento di ingranaggi con scorrimento verticale o della cinghia. Il movimento è azionato dall'operatore.

Il trapano a colonna è l'attrezzo ideale quando in officina il tuo lavoro consiste nell'effettuazione di una serie di forature precise. Il trapano a colonna è utilizzato per i lavori di foratura di materiali, per filettare, per alesare o per operazioni di lamatura

Voglio vedere la gamma di TRAPANO A COLONNA

Le tipologie di trapano a colonna sono:

  1. trapano da banco, compatto, si installa sul piano di lavoro. Non perdi in precisione anche se è più piccolo, ma riduci notevolmente lo spazio di ingombro

  2. trapano stazionario a colonna a terra, per forare pezzi di grandi dimensioni. In genere è più potente del trapano a colonna da banco

  3. trapano radiale dalle dimensioni come il trapano da banco, ha il regolatore orizzontale per variare la distanza tra mandrino e colonna. Ideale se devi forare lontano dal bordo

  4. trapano magnetico che si fissa su una superficie metallica piana, permette di essere molto flessibili nelle operazioni di foratura e fresatura. È perfetto per i cantieri

  5. per gli utilizzi occasionali puoi optare per un semplice supporto per trapano, ma ricordati che non sarà mai stabile come un trapano a colonna, quindi non usare questa soluzione per le lavorazioni più gravose.

Per l'acquisto dovrai tenere conto di alcuni dettagli tecnici

  • Distanza colonna-mandrino

  • Variatore di velocità

  • Facilità di regolazione

  • Precisione della foratura

  • Potenza

e di alcuni caratteristiche che identificano il prodotto e la lavorazione

  • la profondità della foratura dipende dalla lunghezza della punta che utilizzi, perché è collegata alla capacità di guida di discesa del mandrino.

  • la distanza tavola - mandrino dipende dal volume del pezzo che devi forare.

  • la distanza colonna - mandrino corrisponde di solito al profilo del tuo trapano. Su questo parametro si differenzia il trapano radiale che permette di ampliare notevolmente questa dimensione.

  • lo sforzo da compiere, perché la punta per proseguire ha bisogno che tu applichi una forza. Se l'impugnatura è confortevole riuscirai meglio a dosare la tua forza. La migliore impugnatura è a volantino.

  • la facilità delle regolazioni, indispensabile per un uso frequente della macchina. Preferisci regolazioni a manopola anziché a vite, sono molto più pratiche.

  • la qualità dei materiali, ad esempio i cuscinetti devono assicurare il serraggio ed è possibile solo se sono di ottima fattura. Un trapano robusto è più preciso, è bene ribadirlo.

  • la precisione della foratura, che dipende da molti fattori: la qualità del trapano, la tua manualità ed esperienza e il tipo di materiale che stai lavorando.

TRAPANO A COLONNA - CONOSCIAMO MEGLIO QUESTO ATTREZZO - CON DINAMITEK

Ecco uno schema su come leggere la scheda tecnica del trapano a colonna:

  • la potenza che valuterai sull'effettivo utilizzo che vuoi fare del trapano. Dipende dalla dimensione dei buchi che devi fare e dal materiale che devi forare. Anche la frequenza di utilizzo conta: se è elevata serve un trapano sovradimensionato per non incorrere in problemi durante l'uso.

  • l'alimentazione elettrica, puoi scegliere tra trifase per l'officina o monofase per la casa. La differenza è sostanziale, fai attenzione quando scegli.

  • la capacità del mandrino, che corrisponde ai diametri delle punte. Puoi facilmente adattare grossi diametri di punte utilizzando un attacco conico.

  • la velocità del trapano. Stai attento a valutare la velocità minima e massima, fanno la differenza, perché sono i parametri specifici con cui ti confronterai per il tuo lavoro.

  • la selezione delle velocità, se con variatore o con spostamento della cinghia sulle pulegge. La regolazione con variatore è decisamente più veloce e precisa. Ma per un uso non massivo e saltuario non è indispensabile.

Ricordati che non è possibile variare la velocità di rotazione durante la foratura. Si deve fermare la macchina, metterla in sicurezza e infine variare la velocità.

Il trapano a colonna richiede l'utilizzo di alcuni accessori. Vediamo le indicazioni di massima sul morsetto e sul mandrino

  • Morsetto (corrisponde al pezzo che deve serrare) si sceglie in base alle dimensioni delle ganasce e dalla capacità di apertura. Esistono di 3 tipi:

1. Il morsetto per aste, leggero, maneggevole, ma fragile.

2. Il morsetto industriale, pesante per forature importanti e frequenti.

3. Le bride per i pezzi voluminosi.

  • Mandrino per il serraggio delle punte cilindriche
  • Il mandrino a chiave, più difficile da stringere, di vecchia concezione

  • Il mandrino autoserrante, facile da stringere. La differenza la fa il materiale di produzione del mandrino.

Come per tutte le macchine utensili, la scelta della collocazione dell'attrezzo è da fare in modo oculato:

  • scegliere una superficie completamente piana con resistenza alla massa totale e alle eventuali forze applicate durante il lavoro

  • spazio di lavoro ampio senza ingombri sul raggio di azione

  • luogo ben areato che permette alla macchina di non surriscaldarsi

  • spazio illuminato adeguatamente per operare in tutta sicurezza

I rischi per il lavoratore durante l'utilizzo del trapano a colonna sono:

  • vibrazioni

  • rumore esternato

  • allergeni sprigionati dalle lavorazioni

  • agganciamento sul trapano

  • espulsione delle schegge durante il movimento

Un ultimo consiglio, valuta la scelta dell'olio di trasmissione per lubrificare gli ingranaggi.

1. per ingranaggi lenti con una velocità fino a circa 300 U / min usa olio del cambio ad alto rendimento senza silicone per ingranaggi industriali pesanti con buona stabilità all'ossidazione e ottime proprietà di usura e di ossidazione

ISO VG: 150, viscosità (cSt) a 40 ° C: 150 mm² / s, a 100 ° C: 16 mm² / s, densità di 15 ° C: 887 kg / m3, punto di scorrimento: -27 ° C, Punto di infiammabilità: 204 ° C.

2. per ingranaggi veloci superiori a 300 giri / min usa olio fluido per ingranaggi non siliconici ad alte prestazioni per riduttori industriali pesanti con buona stabilità all'invecchiamento e ottime proprietà antiusura e ossidazione

ISO VG: 100, viscosità (cSt) a 40 ° C: 100 mm² / s, a 100 ° C: 12 mm² / s, densità 15 ° C: 887 kg / m³, punto di scorrimento: -27 ° C, Punto di infiammabilità: 204 ° C.

Voglio vedere la gamma di TRAPANO A COLONNA

Trapani a colonna, tutto quello che devi sapere, con Dinamitek

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento