REALIZZARE IL PORTARIVISTE IN FERRO IL TUO NUOVO PROGETTO BRICOLAGE DIY CON DINAMITEK

Dinamitek presenta la guida per realizzare il portariviste in ferro fai da te

Realizzare il portariviste in ferro con Dinamitek

Se sei amante della lavorazione del ferro e vuoi realizzare un progetto carino, perfetto anche come idea regalo, segui le indicazioni per ottenere un grazioso portariviste.

Il modello che usi per realizzare questo portariviste può diventare facilmente il disegno per realizzare un porta legna: la forma è la stessa, basterà prevedere una base più larga e delle sponde alte. Anche il portavasi può essere realizzato utilizzando la stessa forma, adattando le misure.

Iniziamo a realizzare il portariviste.

Per modellare il ferro sulla morsa devi innanzitutto crearti delle controforme. Una grande per la curvatura dei piedi e una piccola per gli elementi decorativi delle pareti.

Il portariviste sarà composto dai 4 lati dritti da saldare agli angoli e 4 lati con i piedi riccioli tondi, uniti da una base larga centrale. In sostanza ogni quadrato avrai i lati sopra e sotto diritti e i lati verticali con i riccioli verso il basso. All'interno dei due quadrati ci saranno i tondini piegati a fare da motivo. La base del portariviste è una piastra larga di ferro, che andrà anch'essa saldata.

Voglio scegliere una SALDATRICE

Per essere preciso crea prima il disegno che fa da modello in modo da riuscire a replicare due volte lo stesso motivo, il portariviste è realizzato da due telai uniti da una base. I due telai devono essere simmetrici per ottenere un bel effetto a lavoro ultimato.

REALIZZARE IL PORTARIVISTE IN FERRO CON DINAMITEK

Utilizzando le controforme sarai in grado di dare ai vari tondini la forma desiderata. Con tondini più sottili di 15 mm l'operazione non richiede l'uso di attrezzi. Con diametro maggiore ti servirà la leva piegaferri.

Una volta tagliati e piegati tutti i pezzi di tondino, sei pronto per iniziare a costruire il portariviste. Inizia realizzando le due pareti inclinate, fai molta attenzione a realizzare due telai identici e in quadro. Salda tra loro una coppia di gambe con una coppia di traverse, e la parete è presto realizzata.
I due telai vanno decorati: salda all'interno i vari tondini piegati riccioli. Questi conferiranno solidità alla struttura. Si inizia saldando prima gli elementi periferici, poi la diagonale di irrigidimento.
Decorate le pareti inclinate, preparati a parte il fondo, utilizza due ferri piatti saldati su due tondini.
Ora con la smerigliatrice angolare devi rifinire l'oggetto, leviga accuratamente tutti i cordoni di saldatura, sia all'interno che all'esterno dei due telai.

Voglio scegliere una SMERIGLIATRICE ANGOLARE



Un'accortezza che ti permetterà di agevolare la fase di montaggio è quella di tagliare le gambe un po' più lunghe del necessario. Questo lascia un po' di gioco per permetterti di inserire agevolmente i pezzi curvi. La parte in eccesso si asporta con la smerigliatrice angolare.

Adesso hai pronti i due telai e il fondo, procedi all'assemblaggio. Punta il fondo alle traverse inferiori delle pareti, capovolgi il portariviste e preparati ad una intensa sessione di saldatura. Il cordone di saldatura per completare il montaggio deve essere abbondante perché deve resistere alle sollecitazioni laterali. La finitura può essere eseguita seguendo i propri gusti.

Avere a disposizione forgia e incudine permette di ottenere elementi decorativi più articolati, altrimenti impossibili da realizzare con la lavorazione a freddo.

Fai da te, realizza il portariviste in ferro con Dinamitek

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento