FORARE AD ACQUA SCOPRI TUTTI I VANTAGGI DI QUESTA TECNICA CON DINAMITEK

Dinamitek presenta i vantaggi della foratura ad acqua

Forare ad acqua, scopri tutti i vantaggi con Dinamitek

Forare ad acqua è un'evenienza che si presenta quando si lavora materiale speciale, come gres porcellanato, vetro mosaico, lastre di granito, marmo, porfidi.
Questa tecnica permette di ottenere un lavoro preciso senza causare danni: a secco il suddetto materiale si danneggia.

L'attrezzo indicato per la foratura ad acqua è la CAROTATRICE e funziona allo stesso modo sia in un sistema di foratura a colonna che in un utensile portatile. In vendita si trovano dei kit adatti a trasformare il TRAPANO A COLONNA in un sistema di foratura ad acqua. Questa soluzione è decisamente più economica, e adatta quando le occasioni per forare ad acqua si presentano occasionalmente. 

Vai alla gamma TRAPANI A COLONNA

Si tratta di un attrezzo di foratura, simile ad un trapano, dotato di un foretto che permette il passaggio dell'acqua.

I foretti possono essere di diverse dimensioni, come 6, 8 oppure 10 mm. Con un solo foretto si eseguono tra i 450 e i 1900 fori.

La carotatrice, in genere, ha una velocità di rotazione maggiore di un trapano. Si parla di oltre 6000 giri al minuto contro 1500. L'attrezzo con elevate prestazioni permette il corretto sfruttamento degli utensili diamantati.

I tempi di esecuzione del foro dipendono evidentemente dal materiale che si vuole forare e dalle condizioni in cui si lavora, ma anche in questo caso riusciamo a dare un'indicazione orientativa:

  • gres porcellanato da 12 mm, 7 secondi per la foratura
  • vetro mosaico da 4 mm, 5 secondi per la foratura
  • granito da 20 mm, 9 secondi per la foratura

FORARE AD ACQUA SCOPRI TUTTI I VANTAGGI CON DINAMITEK
La velocità di rotazione incide sulla profondità di perforazione. Ecco dei dati indicativi:

  • 3600 giri al minuto perfori tra 20 e 68 mm
  • 6400 giri al minuto perfori tra 6 e 20 mm

È molto importante scegliere un attrezzo che abbia un sistema di raffreddamento incorporato, per la buona riuscita del turno di lavoro e la salvaguardia dell'attrezzo stesso.

Ovviamente, se si sceglie una carotatrice ad acqua, questo non va mai utilizzato a secco. Utilizzare a secco la carotatrice comporta il danneggiamento del foretto e la distruzione del materiale che si intendeva forare.
Spesso ci viene chiesto se la foratura ad acqua prevede l'utilizzo di specifiche sostanze chimiche. La risposta è assolutamente no: il sistema di foratura ad acqua utilizza semplice acqua non importa se di pozzo o di rubinetto.

Trattandosi di un attrezzo ad elevate prestazioni, è opportuno indossare i dovuti DPI a protezione di occhi e viso.

UTILIZZO

Un utile consiglio di utilizzo è: utilizzare sempre l'attrezzo con il kit di centraggio e raccolta dell'acqua. In questo modo il lavoro sarà rapido, veloce, pulito e si otterrà un risultato di ottima qualità. Non verrà danneggiato il materiale che si intende forare. Utilizzando l'attrezzo nel modo corretto non si rischia di danneggiarlo (tipicamente, il danno più frequente che si causa al carotatore è la piegatura del foretto.

MANUTENZIONE

Un fondamentale consiglio per la manutenzione è: pulire minuziosamente l'attrezzo prima di riporlo. Il foretto, se non pulito, tende ad otturarsi, perché durante l'utilizzo tende a riempirsi di residui. Se dopo l'uso non ci si presta alla sua pulizia, all'utilizzo successivo lo si ritroverà ostruito. Il foretto ostruito non permette il passaggio dell'acqua, quindi si danneggerà il materiale che si intende forare e si guasterà l'attrezzo.

Fora ad acqua ad elevate prestazioni, con Dinamitek.

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento