DINAMITEK PRESENTA LA GUIDA SUI DPI DELLE VIE RESPIRATORIE

DPI sulle vie respiratorie, tutto quello che devi sapere è qui 

Dinamitek presenta la guida sui DPI delle vie respiratorie 

DPI per le vie respiratorie, norma di riferimento UNI EN ISO 10720:1998; UNI EN 529:2006
tipologie
A. Respiratori a filtro monouso UNI EN ISO 10720:1998; UNI EN 529:2006

CLASSIFICAZIONE

  • P1 è previsto soltanto contro particelle solide
  • P2 e P3 sono suddivisi secondo la loro capacità di trattenere particelle sia solide sia liquide (indicato con L) o particelle solide soltanto
  1. a bassa efficienza (filtri P1 - respiratori FFP1, THP 1, TMP 1) per polveri e fibre fastidiose
  2. a media efficienza per solidi e liquidi (filtri P2 - respiratori FFP2, THP 2, TMP 2) per polveri fini e fumi nocivi oltre che per particolato in base acqua, fumi e nebbie nocive
  3. a alta efficienza per solidi e liquidi (filtri P3 - respiratori FFP3, THP 3, TMP 3) per polveri fini tossiche e nocive oltre che fumi e nebbie a elevata tossicità.

categorie:

  • a piccola capacità (filtri di classe 1)
  • a media capacità (filtri di classe 2)
  • a grande capacità (filtri di classe 3)

I DPI si riconoscono dalla marcatura

  • S contro aerosol solidi
  • L contro aerosol liquidi
  • C è stata effettuata la prova di intasamento con polvere di carbone

Per i facciali filtranti FFP1 non è prevista la sigla SL

DINAMITEK PRESENTA LA GUIDA SUI DPI DELLE VIE RESPIRATORIE

Ad esempio, per lo sgombero delle macerie e delle demolizioni edili, il facciale più appropriato è FFP1, mentre per le lavorazioni di sabbiatura e saldatura, così come per l’abrasione di vernici, per il taglio del marmo, per la lamatura del parquet e per la bonifica da fibra di vetro si deve utilizzare un facciale classificato FFP2S, che diventa FFP2L in caso di presenza di nebbie nocive. In fonderia e in acciaieria, per le operazioni di decontaminazione da amianto e durante l’uso di aspirapolveri industriali serve un facciale FFP3S, che diventa FFP3SL se sono presenti nebbie a tossicità elevata

Voglio vedere tutta la gamma dei DPI delle vie respiratorie

B. Semimaschera filtrante UNI EN ISO 10720:1998; UNI EN 529:2006
è fondamentale la scelta dei filtri che si agganciano alla maschera per affrontare l’ambiente con atmosfera inquinata da gas e vapori

  • FFA Marrone da usare contro determinati gas e vapori di composti organici con punto di ebollizione al di sopra di 65 °C, secondo le indicazioni del fabbricante
  • FFB Grigio da usare contro determinati gas e vapori di composti inorganici secondo le indicazioni del fabbricante (con esclusione dell'ossido di carbonio)
  • FFE Giallo da usare contro anidride solforosa e altri gas e vapori acidi, secondo le indicazioni del fabbricante
  • FFK Verde da usare contro ammoniaca e derivati organici ammoniacali, secondo le indicazioni del fabbricante
  • FFAX Marrone Sono filtri antigas e combinati da utilizzare contro composti organici a basso punto di ebollizione (minore di 65 °C)
  • FFSX Violetto Sono filtri antigas e combinati da utilizzare contro composti specificamente indicati (per esempio diclorometano).


I respiratori a semimaschera possono utilizzare i seguenti filtri antipolvere:

  • P1 = filtri di bassa efficienza
  • P2 = filtri di media efficienza
  • P3 = filtri di alta efficienza. Per un uso prolungato è meglio sostituirlo con un apparecchio a ventilazione assistita


Classificazione filtri

  • A1 vapori organici e formaldeide
  • K1 ammoniaca – metilammina
  • A2 gas e vapori organici
  • ABE1 vapori organici, inorganici e gas acidi
  • ABEK1 vapori organici e gas – vapori inorganici, gas acidi, e ammoniaca- metilammina
  • HgP3 mercurio e polveri
  • AXP3 vapori organici con punto di ebollizione inferiore a 65 gradi centigradi e polveri per maschere a pieno facciale
  • ABEK2P3 vapori organici e gas – vapori inorganici, gas acidi, e ammoniaca- metilammina e polveri per maschere a pieno facciale

Voglio vedere tutta la gamma dei RESPIRATORI FACCIALI

Esempi di applicazione dei DPI per le vie respiratorie

Quando si è esposti a polveri e inerti la classe protezione richiesta è bassa. Il facciale filtrante è di tipo monouso FFP1.
Se l’attività lavorativa ti espone a polvere proveniente da demolizione, ed è presente lana di roccia o altri materiali coibenti, bisogna utilizzare un facciale filtrante FFP2. Quando le fibre presenti sono di amianto o di lana di roccia, l’esigenza di protezione sale da media ad alta, quindi si sceglierà un facciale filtrante monouso FFP3.
Quando si passa da filtranti monouso a semimaschere con filtri combinati, scatta l’obbligo di addestramento all’uso del DPI. Per le maschere e le semimaschere esistono molteplici filtri, da usare in combinazione per ottenere il grado di protezione adeguato.
Se esposti a vapori, gas, aerosol, fumi e nebbie con classe di protezione bassa, si utilizzano combinazioni di filtri A1 B1 E1 K1. Se la classe di protezione sale a media bisognerà adeguare la combinazione di filtri, scegliendo A2 B2 E2 K2. Con rischio altro i filtri da abbinare alla maschera o semimaschera saranno A3 B3 E3 K3.

Il responsabile della sicurezza del luogo di lavoro saprà scegliere in modo adeguato la protezione da fornire ai propri lavoratori. Ad ogni modo, è sempre possibile confrontarsi con il tecnico Dinamitek per chiedere un consiglio sulle forniture dei DPI per le vie respiratorie.

Voglio vedere tutta la gamma dei DPI delle vie respiratorie

Proteggi le vie respiratorie con Dinamitek

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento