DINAMITEK CONSIGLIA COME SCEGLIERE LE DENTATURE DELLE LAME E RISOLVE LE PROBLEMATICHE DI TAGLIO

Dinamitek offre una guida alla scelta della dentatura delle lame e dei consigli per evitare le problematiche di taglio

Dinamitek consiglia come scegliere le dentature delle lame e risolve le problematiche di taglio

La scelta della dentatura delle lame avviene in base alla sezione che si desidera tagliare, se piena o interrotta. Una scelta ad hoc va fatta se si desidera eseguire lavori di contornatura o scantonatura. 

Per acquistare delle lame di ricambio per le tue macchine utensili utilizza il modulo di contatto 

Nel caso del taglio dei particolari con sezioni piene, il passo di lama più idoneo da utilizzare si determina considerando la quota massima di contatto possibile tra la dentatura e il pezzo. In questo caso in ogni fase di taglio il carico di lavoro è uniformemente distribuito nella totalità dei denti in presa. Per evitale l'usura precoce della sommità dei denti della lama Il taglio va effettuato in truciolatura e non in limatura, cioè ad una adeguata velocità di taglio in modo che i denti della lama lavorano in presa. Se i parametri di avanzamento sono troppo bassi i denti vengono solo strofinati, usurandosi precocemente. La velocità di rotazione della lama va scelta con cura: se troppo elevata rispetto alle caratteristiche del pezzo che tagli, generi una temperatura eccessiva in corrispondenza delle punte dei denti. In questo modo le usuri precocemente: vedrai le punte arrotondate e di colorazione bluastra sulla sommità.  Il materiale non deve presentare una durezza eccessiva rispetto a quella della lama utilizzata. Esistono dei tabellari di riferimento per scegliere correttamente la lama in base a cosa si desidera tagliare.

Nel caso del taglio di particolari con geometrie a sezione interrotta, il passo più idoneo da utilizzare si determina sia considerando la quota massima in cui la lama taglia sia lo spessore del pezzo nelle varie fasi di taglio. Operando in questo modo si avrà un incostante  e limitato numero di denti in presa, quindi ogni dente è soggetto a carichi di lavoro notevoli e alte sollecitazioni meccaniche. Il rischio di rovinare la lama è maggiore, occorre operare con più cautela. Occorre prestare molta attenzione alla durezza del materiale, che non sia eccessiva rispetto a quello della lama scelta per effettuare il taglio. Ovviamente anche se il materiale stesso presenta strati anomali inciderà sull'esecuzione del taglio, soprattutto se si deve iniziare a tagliare su zone spigolose o irregolari, o se la lama si trova già a contatto con il materiale. Porre attenzione alla posizione del pezzo da tagliare eviterà movimenti e vibrazioni dello stesso che posso danneggiare la lama.

Per eseguire lavori particolari, come lavorazioni di contornatura e scantonatura occorrere scegliere una lama larga che sia in grado di tagliare il raggio minore della lavorazione che si vuole eseguire.

I primi parametri di taglio da prendere in considerazione per evitare la scheggiatura e la rottura della lama sono:

  • velocità di rotazione della lama,
  • velocità d'avanzamento,
  • pressione di avanzamento,
  • il passo della dentatura,
  • la conformazione della dentatura,

questi devono essere adeguati rispetto alle caratteristiche metallurgiche e geometrico dimensionali del materiale da tagliare.

DINAMITEK CONSIGLIA COME SCEGLIERE LE DENTATURE DELLE LAME E RISOLVE LE PROBLEMATICHE DI TAGLIO

Eseguire correttamente il rodaggio della lama nuova è sicuramente un buon inizio. Una lama già danneggiata non potrà più essere utilizzata, attenzione quindi a come viene maneggiata.

La saldatura di testa deve essere bene allineata, in modo che lama non possa oscillare sulla verticale.

Attenzione anche alle condizioni della macchina su cui si monta la lama.

     Non procedere al taglio se i cuscinetti di invito –antivibrazione e le placchette guidalama-reggispinta sono usurati poiché ciò impedisce il corretto scorrimento della lama.
     I gruppi guidalama devono sempre essere ben allineati e che la tensionatura della lama sia sufficiente.
     Controllare che la miscela lubrorefrigerante sia appropriata e irrorata correttamente.
     Se è presente, controllare anche il dispositivo tastatore che effettui la necessaria azione di rallentamento per agevolare l'entrata della lama nel materiale.
     Una volta iniziato il taglio, l'avanzamento della lama deve procedere in modo lineare.
     Evitare che i denti della lama subiscano impatti violenti con qualche parte della segatrice.

Tagliando si formano dei trucioli che vanno eliminati con una spazzola puliscilama non usurata: ciò permetterà di effettuare la pulizia in una sola passata e diminuirà il rischio di incastrare i trucioli nelle gole dei denti. Il caso peggiore è quando i trucioli si saldano, perché attecchiscono all'interno delle gole dei denti, quindi non trascurare mai la parte della pulizia e del controllo della lama.

A volte la dentatura della lama non si scheggia ne si rompe ma di usura precocemente. Anche per evitare ciò esistono degli accorgimenti.

Anche in questo caso il punto decisivo è la scelta del passo e della conformazione della dentatura rispetto alle caratteristiche geometrico dimensionali del pezzo da tagliare.

Questa guida si pone come obiettivo quello di dare delle prime indicazioni rispetto ai danni che possono subire le lame durante le operazioni di taglio.

Per acquistare delle lame di ricambio per le tue macchine utensili utilizza il modulo di contatto 

TAGLIA SENZA PROBLEMI CON DINAMITEK 

Lascia un commento