COSTRUIRE IL BANCO DA LAVORO IN LEGNO CON LA GUIDA DINAMITEK DIVERTITI CON IL FAI DA TE

Dinamitek presenta la guida operativa sulla costruzione del banco da lavoro

COSTRUIRE IL BANCO DA LAVORO IN LEGNO CON DINAMITEK

Hai deciso di rinnovare la tua officina o il tuo garage, e per prima cosa ti serve un banco da lavoro. Puoi acquistarne uno pronto, monoblocco o assemblabile, in metallo o in legno. La gamma disponibile è molto ampia.

Banchi da lavoro

Oppure puoi realizzare il tuo banco da lavoro. Il tuo primo progetto fai da te dell'anno sarà: costruire un banco da lavoro in legno.

Decidi la posizione del tuo nuovo banco perché quello spazio determinerà le dimensioni del manufatto.
Per prima cosa devi reperire i materiali per costruire il banco. Per il piano puoi scegliere tavole di legno spesso o lamellare, a te la scelta se nuovi o di recupero, considerando ovviamente che questa decisione inciderà notevolmente sui costi di produzione. Se hai una vecchia porta in legno massello puoi realizzare un ottimo banco da lavoro abbattendo notevolmente la spesa; inoltre eviti l'impegno di dover smaltire la porta in disuso. D'altronde si sa, la regola d'oro del bricolage è riutilizzare i materiali.

Ora che hai la tavola con la superficie piatta e di legno resistente, puoi tagliare il piano su misura.

La parte fondamentale del banco da lavoro è il piano, ma non dimentichiamo che servono delle gambe per realizzare la struttura. Le gambe si ottengono da listelli 10x10 cm. Per la lunghezza bisogna ricordarsi che l'altezza del banco è data dalla lunghezza delle gambe sommata allo spessore del piano da lavoro.

Ovviamente gambe e piano di lavoro non possono solo essere assemblate tra loro per ottenere un banco resistente e affidabile. È il momento di iniziare la vera fase di costruzione.

Con i listelli da 10x5 cm ottieni le traverse. Puoi decidere se fare il piano e il telaio a filo oppure se lasciare che il telaio sporge così da usarlo per appendere gli utensili. Se tagli le traverse della stessa misura della larghezza del piano otterrai la struttura sporgente, se tagli le traverse della larghezza del banco meno la larghezza delle traverse stesse otterrai il banco a filo.


COSTRUIRE IL BANCO DA LAVORO IN LEGNO CON DINAMITEK

Inizia ora a creare la struttura. Posa le due gambe su una superficie piana in posizione parallela, alla distanza della traversa. Deve essere tutto a filo. Lo stesso va fatto per l'altra coppia di gambe.

Ora devi avvitare le traverse alle gambe. Con una punta da 10 mm puoi forare i listelli. Attenzione i fori devono essere diagonali opposti, perché poi dovremo inserire una terza vita e serve lo spazio. Le viti si inseriscono dai listelli più piccoli, utilizzando anche rondelle e dadi. Per serrare basta una chiave inglese. Alla fine di questa operazione dovresti vedere spuntare le punte delle viti dalle gambe. Questa parte di assemblaggio fatta a filo serve per la testa del banco, dove si aggancerà poi il piano di lavoro. Bisogna ripetere tutto per mettere le traverse di sostegno al fondo delle gambe del banco. Questa seconda fase non la facciamo a filo, per non ritrovarci le traverse a livello del pavimento: stiamo costruendo un banco da lavoro, non un cassone. Dato che per rinforzare la struttura hai bisogno anche delle traverse inferiori, perché non sfrutti l'occasione per inserire un ripiano porta oggetti? Basterà inserire un pianetto sopra le traverse. Ricordati però che non devi agganciare le traverse troppo in alto, altrimenti avrai un banco instabile. Puoi alzarti al massimo di un terzo dell'altezza della gamba, ricordandoti che più la traversa è bassa e più il banco è stabile.

Sei a buon punto, hai creato gli elementi per la struttura del banco per il senso della larghezza. Dobbiamo occuparci anche della lunghezza. Da dei listelli da 10x5 cm devi ricavare i due supporti superiori. I supporti ovviamente devono avere la stessa lunghezza del piano del banco. Ora è chiara la posizione della terza vite che dicevamo prima: posizionate tutte le strutture in modo corretto, bisogna assemblarle con le viti. Anche in questo caso con il trapano si effettua il pre-foro, proprio in mezzo alle viti inserite in precedenza. A questo punto, per assemblare, scegli le viti a testa quadrata. Ripetuta l'operazione anche dall'altro lato, si ottiene il banco senza il piano di lavoro: quattro gambe circondate da un telaio nella parte superiore. E sul basso le traverse nel senso della larghezza sono fissate all'interno.

È arrivato il momento di fissare il piano di lavoro. Anche in questo caso si procede praticando i pre-fori e si assembla utilizzando le viti a testa quadra. Si avvita dall'alto solo se il piano da lavoro è sufficientemente spesso da garantirti che non saltano fuori le viti.

Ora puoi fissare il piano inferiore, ricavato da un foglio di compensato tagliato su misura. Anche il piano inferiore va avvitato.

Divertiti a completare il tuo banco da lavoro: carteggia, vernicia e rifinisci.

Vedi tutta la gamma UTENSILI

Realizza il tuo banco da lavoro con Dinamitek

Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento