Theme Settings

Mode Layout
Box
Wide
Theme color
Choose your colors
Background Color:
Reset

Recent Posts

Tutto quello che devi sapere sulla sostituzione delle piastrelle rotte con Dinamitek

Tutto quello che devi sapere sulla sostituzione delle piastrelle rotte con Dinamitek

Dinamitek presenta la guida definitiva sulla rimozione e sostituzione delle piastrelle rotte

Tutto quello che devi sapere sulla sostituzione delle piastrelle rotte con Dinamitek

Dinamitek presenta una guida su come sostituire una piastrella rotta. In questo trattato ci concentreremo sulla parte più delicata: la RIMOZIONE della piastrella rotta. Questo punto va eseguito con molta cautela, il rischio di danneggiare tutte le piastrelle circostanti è elevato e il costo dell’operazione e il tempo di manutenzione aumenterebbero inesorabilmente, trasformando il lavoretto in un vero e proprio cantiere in casa.

È utile mettere un telo di raccolta e riparo della superficie sottostante se si deve staccare una piastrella dal muro, in modo da non rovinare il pavimento e di velocizzare le operazioni di pulizia finale.

Le tecniche che si possono adottare per staccare la piastrella rotta sono principalmente 2

1 utilizzando un utensile multifunzione

2 utilizzando un trapano

STACCARE LA PIASTRELLA ROTTA CON IL MULTIFUNZIONE

Utilizzando un multifunzione, staccare una piastrella è davvero semplice. Ricordati di indossare una mascherina per proteggere le vie respiratorie e di seguire l’utensile da taglio con un sistema di aspirazione per limitare la polvere da lavprazione.  Monta il disco da taglio adatto e seguo la fuga della piastrella per tutto il perimetro. Inizierai a separare la piastrella dal collante cementizio. Dopo esegui anche il taglio ad x lungo le diagonali della piastrella. Realizzati questi tagli ti basterà un colpo di scalpello a punta piatta e mazzuola ben assestato in centro alla piastrella (o sul solco della frattura) per vedere cadere giù solo la piastrella che devi sostituire.

Cambia l’utensile al tuo multifunzione e procedi a lisciare la superficie appena liberata. Procedi con cura e con calma per preparare la zona dove andrai a fissare la nuova piastrella.

La nuova piastrella, sul retro, va cosparsa di mastice per poter essere incollata. Inserisci la piastrella nuova e premi finché si troverà perfettamente in linea con le piastrelle già esistenti. La superficie, a fine lavoro, deve essere perfettamente lisci. Questa operazione va svolta in fretta, perché se il mastice secca non riuscirai più a muovere e riposizionare la piastrella. Ora con una spugna puoi rimuovere la colla di troppo. A questo punto non ti rimane che riempire le fughe con il cemento del colore adeguato. Con uno straccio umido puoi pulire la piastrella dal cemento in eccesso, ma solo se procedi prima che asciuga.


STACCARE LA PIASTRELLA ROTTA CON IL TRAPANO

Utilizza il trapano con una punta da 4 o da 6 mm per fare una serie di fori lungo il bordo della piastrella in modo da creare dei punti di frattura che sfrutterai per spaccare la piastrella con uno scalpello a punta piatta e mazzuolo. Questo perimetro deve essere collegato, attraverso altri fori in linea al centro della piastrella, dove concentrerai una serie di fori ravvicinati. Finito di creare la traccia, puoi procedere a battere. Colpisci dal centro ai bordi. Ad ogni colpo di mazzuola vedrai cadere i detriti di piastrella, solo quella che intendevi spaccare. Procedi comunque con molta cautela, anche se la traccia che hai segnato di aiuterà a finire il lavoro senza provocare danni.

Ora che hai tolto la piastrella devi spianare completamente la superficie. Con una spatola e un po’ di pazienza otterrai un buon risultato. Ora che hai eliminato tutti i detriti e la polvere puoi procedere con la nuova malta. Meglio metterne poca e poi eventualmente aggiungerne piuttosto che partire con una grande quantità e fare pasticci. Troppa malta comporta due problemi principali:

-       La piatrella non entra fino in fondo nella sua sede e rimane più sporgente

-       La malta fuoriesce tutta dai bordi, sporcando tutta la superficie

Sistemata la piastrella nella giusta posizione (puoi usare una mazzuola di gomma e un riparo in legno per batterla e farle raggiungere la giusta posizione) e pulita la malta eccessiva, non ti resta che cementare la piastrella appena inserita. Ovviamente devi ricreare la giusta resa cromatica del cemento in modo da “nascondere” la piastrella rotta e mimetizzarla nella parete.

Esegui fai da te il cambio delle piastrelle rotte con Dinamitek

 

Leave your reply

*
**Not Published
*Site url with http://
*